Benvenuto in Mitades

MAUA, il Museo di Arte Urbana Aumentata, anche al Galla!

Il 17 dicembre a Milano è stato inaugurato il MAUA, il primo Museo di Arte Urbana Aumentata al mondo, un museo a cielo aperto, non racchiuso tra quattro mura bensì fatto da una cinquantina di muri disegnati disseminati in tutta la città, molti dei quali situati in luoghi fuori dai soliti circuiti: cavalcavia, sottopassaggi, strade secondarie, parchi e zone periferiche. Alla scoperta di una Milano diversa!

C’è anche uno dei “nostri” luoghi! E’ stato scelto infatti anche uno dei muri della Piazzetta dell’Incontro – ex Mercato Comunale di via Alex Visconti, nel quartiere S. Leonardo, dove ha sede lo Spazio Visconti – su cui compare un murales di Nais, realizzato grazie al contributo del Comune di Milano all’interno della tre giorni di valorizzazione sociale,organizzata nell’aprile del 2015 insieme a Quartiere Aperto.

Il progetto è realizzato da Bepart, una start up impegnata nella riqualificazione urbana attraverso la combinazione e l’incontro tra arte urbana e nuove tecnologie, tra cui la realtà aumentata.

Visitare il museo è semplice: basta scaricare l’App gratuita, cercare una installazione sulla mappa, inquadrare la stessa immagine riportata nel bollino “MARKER DA INQUADRARE” e scoprire il contenuto aumentato!

Le opere aumentate sono visibili anche da casa: basta scaricare il maker, stamparlo e inquadrarlo! Inoltre è disponibile un catalogo, edito da Terre di Mezzo, contenente le 50 opere selezionate ad oggi: un “pop-up digitale” da esplorare attraverso l’App di Bepart.

MAUA è il risultato di un processo collettivo: 98 ragazzi adolescenti autori delle fotografie della street art pubblicate in catalogo, 50 street artist le cui opere sono state selezionate dalla cittadinanza, più di 50 ragazzi con disabilità hanno recitato e disegnato contenuti digitali e 50 creativi con differente formazione sono diventati autori di 55 opere digitali.