Benvenuto in Mitades

ContestiInterculturali e il laboratorio con i più piccoli!

Lavorare insieme ai bambini della scuola dell’infanzia su concetti quali i diritti dell’infanzia, lo straniero e l’intercultura è una sfida bellissima! Innanzitutto perchè è necessario tarare tutto il percorso sulle loro conoscenze, sulle tappe acquisite. E poi presentare concetti così importanti (su cui gli adulti dibattono per ore e ore!) con giochi e parole semplici. Ma come al solito i bambini sono quelli che ci stupiscono di più! Infatti, nel laboratorio iniziato da poche settimane in una scuola dell’infanzia milanese, ci sono tanti stimoli che le maestre e i piccoli offrono: e, noi, pronti ad accoglierli, ve ne riportiamo dei pezzetti!!
Per prima cosa, con i bambini così piccoli, è difficile poter parlare dell’altro, del lontano, se prima non si è rafforzato il concetto di “io” e di “noi”: infatti, se per aprire il discorso sui diritti dell’infanzia nel mondo e all’intercultura, è necessario che il bambino comprenda ciò che è vicino e ciò che è lontano. La consapevolezza dell’io si raggiunge (con diversi gradi di coscienza di sè) a partire dai 18-20 mesi, per arrivare a saldarsi intorno ai 3 anni. Per questo, grazie ad un lavoro sull’auto-ritratto, i bambini possono “disegnarsi” secondo come si percepiscono: abbiamo scelto quindi le modalità del riciclo (un po’ per coinvolgere le famiglie!) e soprattutto per sensibilizzare gli stessi bambini sull’importanza di giocare con tutto quello che è a nostra disposizione. Ed ecco che tappi diventano occhi, pezzi di stoffa capelli e colori della pelle tutti particolari e diversi!
Seguite su facebook il nostro album “diario interculturale” dove ogni settimana saranno aggiornate foto sul laboratorio.. sperando che possa essere uno strumento di “ispirazione” per gli insegnanti… ma perchè no, anche per mamme e papà!