Benvenuto in Mitades

Questione di spazio

Quanto è importante lo spazio per un bambino? Molto di più di quello che ci immaginiamo! Il bambino impara a riconoscere lo spazio in cui è fin da subito: fin dalle prime settimane di gestazione è “consapevole” (se così si può dire) dello spazio che vive, di quello che lo circonda. In realtà è una riflessione e una consapevolezza (sempre se così si può dire) che come Mitades abbiamo da sempre. Nel lavorare con i bambini è lampante quanto per un bimbo sia importante lo spazio, quanto – istintivamente – i bambini riconoscono uno spazio adatto a loro, anche prima che i genitori se ne rendano conto.
Sarò più esplicita: troppo poco spesso gli spazi pubblici sono fatti a misura di bambino, ma quando ciò accade, è il bambino, prima ancora del genitore a rendersi conto che quello spazio, quella sedia, quell’attaccapanni sono lì per lui. Banalmente quando si dice che è necessario guardare con gli occhi dei bambini, osservare dal loro punto di vista stiamo parlando di una di quelle verità assolute che sembra così strano che siano ancora poco applicate! I bambini confidano nello spazio, scelgono lo spazio. Confidano nel senso che si affidano molto ad esso: come è strutturato, le parti fisse e quelle che cambiano, quelle che “comunicano qualcosa”. Riconoscono gli spazi privati, tutti per loro e quelli comuni a tutta la famiglia (in cui è però i piccoli sono inclusi, come protagonisti, non solo come “bambini che presto cresceranno!”). I bambini scelgono nel senso che, per minore introiezione di concetti culturali, di quello che è “oggettivamente bello” o meno, i più piccoli si avvicinano a spazi adatti a loro. Per questo abbiamo scelto il progetto ScuolaBio del Mobilificio Fattorini e la partnership con l’azienda Fumagalli. Un bell’esperimento è fare scegliere ai bambini la pizzeria in cui andare a mangiare, il posto in cui passare la domenica: anche da quando sono molto piccoli (intendiamo dai 2 anni, quindi quando acquisiscono una discreta capacità di verbalizzazione) sceglieranno in primis il posto in cui ci sono gli arredi e la comunicazione più adatta a loro.. oltre che il personale, ma questo è un enorme capitolo a parte! ; )